efficienza-energetica-guida-risparmio-famiglie

Guida alle famiglie: spese condominiali, come ridurre i costi e risparmiare

Che siano proprietari di casa o inquilini in affitto, purtroppo è sempre più alto il numero delle famiglie italiane che fa fatica a districarsi nel pagamento delle spese condominiali. Se anche voi fate parte di questa sfortunata fetta, non disperatevi: risparmiare è possibile (se sapete come fare!).

Il primo importante passo verso l’anelato risparmio consiste nel passare in rassegna tutti i bilanci condominiali per individuare le voci di spesa su cui è possibile fare leva per ridurre l’entità complessiva delle spese a carico dei singoli condomini ed elaborare una strategia per trovare un accordo con gli altri condomini circa tali tagli. In questo senso è essenziale prendere contatto con l’amministratore, per portare in assemblea la nostra idea di riduzione dei costi delle spese condominiali.

Migliorare l’efficienza energetica dello stabile, ideando, ad esempio, interventi mirati per migliorare il sistema di isolamento, è sicuramente un fattore molto importante nel raggiungimento del nostro obiettivo. Interventi che vanno dalla semplice sostituzione dei serramenti sino alla coibentazione delle murature contribuiscono infatti ad un risparmio condominiale tra il 30 e il 35%!

Dal momento che le spese di riscaldamento costituiscono circa il 40% delle spese condominiali, il passaggio da un impianto centralizzato ad uno autonomo può permettere consistenti risparmi in caso di utilizzo oculato della caldaia. L’unico neo di questa soluzione è rappresentato dagli ingenti costi iniziali, fermo restando che entro la fine del 2016 tutti i condomini a sistema centralizzato dovranno necessariamente munirsi di valvole termostatiche, ammodernando così l’intero sistema di riscaldamento.

Un altro suggerimento che vi diamo è quello di rivedere gli accordi con fornitori e gestori di servizi: energia, gas, pulizie, manutenzione del verde, piccole riparazioni e appalti per opere straordinarie. Il consiglio classico è quello di confrontare più preventivi e procedere periodicamente ad un check dei contratti in essere, allo scopo di verificare l’adeguamento degli importi pagati al mercato di riferimento. Tra le opzioni per abbattere le spese condominiali c’è l’autogestione per quanto concerne la manutenzione ordinaria quale pulizia di scale e giardino. Mostratevi volenterosi alla prima assemblea ed offritevi volontari: gli altri vi seguiranno!

Se vivete in un condominio provvisto di portineria, tra le opzioni percorribili per l’abbattimento dei costi fissi c’è la rinuncia del portiere o la rinegoziarne de contratto, passando magari da un contratto full time ad uno part time. Lo stesso dicesi per l’amministratore che, per condomini con meno di otto appartamenti, non è obbligatorio!

Un’altra soluzione interessante è la condivisione della connessione Adsl con gli altri condomini. Un servizio offerto da alcuni operatori telefonici e può portare a un risparmio fino al 40% sulla bolletta con evidenti benefici per tutti!

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>