Ecobonus riqualificazione energetica: Valore e Risparmio

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr +

Scopriamo insieme quali sono i vantaggi che una riqualificazione energetica della casa può apportare

State valutando di riqualificare energeticamente la vostra casa? Le opportunità e i possibili approcci sono molteplici e quasi per tutte le fasce di prezzo. La Manovra finanziaria 2018 ha prorogato l’Ecobonus a tutto il 2018, con alcune novità. Per acquisto e installazione di finestre, infissi e schermature solari, la detrazione non è più al 65% ma scende al 50%. Invariato a 65% il bonus per pannelli solari per l’acqua calda, pompe di calore, cappotti termici e altri interventi sull’involucro edilizio. Confermati gli sconti del 70 e del 75% per i condomini fino a tutto il 2021. Si tratta quindi di un’occasione imperdibile per aumentare il livello di efficienza energetica delle abitazioni e per risparmiare sulla bolletta.

In condominio: l’ Ecobonus 2018 prevede una detrazione del 65% che può arrivare al 70% se riguarda l’involucro (il cappotto) dell’edificio e al 75% se la certificazione prova il miglioramento della prestazione energetica invernale e estiva. Il Bonus è stabilizzato fino al 2021 e rimane detraibile in 10 anni. L’Ecobonus vale anche per gli alberghi.

L’interesse per le riqualificazioni energetiche degli edifici sembra aver preso piede anche in Italia negli ultimi tempi. La sempre maggior coscienza sociale e la diffusione di incentivi e sgravi fiscali hanno dato un importante contribuito alla causa.

È anche importante sottolineare che questi interventi di riqualificazione energetica comportano vantaggi di diverso tipo: non solo economici e di risparmio sulle bollette, ma anche per il benessere delle persone. Un’abitazione ben isolata termicamente, infatti, è molto più confortevole sia d’inverno che d’estate. Non dimentichiamo poi che, dopo la riqualificazione energetica, il valore dell’immobile aumenta in modo esponenziale.

Le riqualificazioni energetiche degli immobili partono sempre da tre precisi bisogni:

  • ristrutturare l’immobile
  • ridurre i consumi in maniera importante
  • aumentare il comfort abitativo

Il primo passo per riqualificare la propria abitazione è quello di effettuare una verifica del reale consumo. Lo strumento che si occupa di misurare la temperatura energetica di una casa è l’attestato di prestazione energetica che indica la classe energetica di un immobile, dalla A4 (la migliore) alla G (la peggiore). Esso deve essere obbligatoriamente allegato ai contratti di locazione e vendita di una casa, cosi come ai rispettivi annunci immobiliari.

Share.

About Author

La Gruppo Capital “Consulenti Immobiliari Associati” nasce come esigenza di riunire eccellenti professionisti del settore immobiliare che insieme, con la formula di studio associato, hanno deciso di mettere a disposizione della propria clientela un servizio sempre più accurato, dettagliato e trasparente nell’ambito delle operazioni immobiliari e finanziarie.

Leave A Reply