L’arredo per un mini appartamento di 50 metri quadri

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr +

L’arredo per un mini appartamento di 50 metri quadri può essere impegnativo, ma non impossibile. Anzi, spesso può essere divertente ed il risultato finale accogliente e personale. Un piccolo appartamento è l’ideale per single, giovani coppie, anche con bambini appena nati, volendo: può essere considerato un investimento per il futuro, da rivendere quando la famiglia si allarga! Inoltre è più rapido e facile da pulire. E’ per questo che nel mercato immobiliare c’è una grande richiesta di mini appartamenti, in genere bilocali o monolocali con tale metratura. L’importante è sfruttarne al meglio gli spazi ed ottimizzare mobilio ed accessori: niente orpelli inutili! Ecco qualche consiglio pratico!

Arredare un mini appartamento di 50 metri quadri? Bello, ma anche confortevole e funzionale

L’obiettivo principale da porsi è quello di non rinunciare a comfort e funzionalità. Altrimenti diventerebbe troppo scomodo viverci e le serate di relax si trasformerebbero in un incubo! L’estetica e lo stile personalizzato verranno da sé, in base ai propri gusti. Il consiglio -dopo aver acquistato o affittato un mini appartamento di 50 mq– è quello di farsi un giro online o nei negozi per avere stimoli precisi, capire cosa effettivamente si vuole e si può ottenere in uno spazio ridotto e poi rivolgersi ad un esperto del settore, che possa aiutare ad organizzare il miglior arredamento del caso, magari anche con qualche piccola modifica strutturale (una porta scorrevole a vetri al posto di un muro ad esempio).

L’arredo per un mini appartamento di 50 metri quadri: la suddivisione degli spazi

50 mq sono pochi, è vero, ma non troppo. Permettono volendo di separare adeguatamente la zona notte da quella giorno e – perché no? – avere anche 2 bagni!  Come? Un open space tra salottino e cucina è l’ideale (e anche molto moderno e trendy), mentre per la doppia toilette basterà rinunciare ad una mega vasca da bagno a favore di uno splendido box doccia, oppure semplicemente realizzare il secondo solo con gli accessori necessari agli ospiti (il wc ed il lavandino). Gli ingressi ed i corridoi rubano metri utili e per questo un professionista del settore potrà consigliarvi come toglierli o gestirli al meglio. Un corridoio lungo e largo ad esempio potrebbe essere sfruttato per la realizzazione di un armadio a muro/ ripostiglio, meglio se con ante scorrevoli! Numerose aziende inoltre commercializzano mobili ed accessori (lavatrici e lavastoviglie ad esempio) specifici per soluzioni abitative di questo tipo. Senza dimenticare che a volte per sfruttare anche 10 cm in più di spazio, può essere utile farsi fare un mobile su misura.

Arredare un mini appartamento: il colore

Colori chiari e pastello daranno una maggiore luminosità all’ambiente. Questo vale sia per la tinteggiatura che per i rivestimenti ed il mobilio. Se si ama uno stile classico, tipo l’arte povera con i mobili scuri, sarà buona cosa accendere di luce le pareti (magari lasciandole bianche) ed i pavimenti. Per i rivestimenti di bagno e cucina poi è possibile realizzarli in resina, con un effetto strabiliante ed elegante: sono facili da pulire e non hanno le righe tra una mattonella/piastrella e l’altra che possono scurirsi con il tempo.

L’arredo per un mini appartamento di 50 metri quadri: minimal è meglio

Ottimizzare gli spazi significa anche non avere mobili ingombranti: occorrerà rinunciare alla tavola 2 metri x 1e  1/2 con panca a favore di un tavolo apribile in caso di necessità e limitarsi a 2-4 sedie da tenerci attorno, fornendosi magari di sedute pieghevoli da riporre altrove (garage, soppalco o terrazzino). In tal senso può essere comoda nell’open space della zona giorno, una penisola che funga da tavolo per mangiare e contenga nella parte inferiore sportelli e scaffali utili a riporre la dispensa o le pentole. Nella camera da letto invece è spesso consigliato mettere un armadio con ante scorrevoli piuttosto che battenti. Anche un letto matrimoniale ad una piazza e mezza può essere ideale (magari per lasciare spazio ad una mini cassettiera stretta ed alta): del resto non è scomodo e può essere più romantico!

L’arredo per un mini appartamento di 50 metri quadri: sì ai mobili contenitori

Va bene l’arredamento minimal, ma dove mettere tutta la biancheria? Ed il computer e la stampante con tutti i cavetti annessi? I mobili-contenitori sono perfetti per lo scopo. La penisola in cucina ne è una prova, ma anche in camera da letto ci sono delle soluzioni ottimali: il letto contenitore è sicuramente l’esempio più pratico. Sotto o nella spalliera è possibile mettere veramente di tutto, anche il cambio stagione volendo! Lo stesso dicasi per i divani: quelli di generazione moderna hanno quasi tutti uno spazio ad hoc sotto la seduta. Esistono poi in commercio anche mobili studio secretaire, capaci di nascondere dietro sportelli e cassetti un’intera postazione di lavoro per il pc.

L’arredo per un mini appartamento di 50 metri quadri: il soppalco

Se l’altezza dell’appartamento lo permette (cioè è di almeno 4-4,5 metri) il soppalco può essere un vero salva spazio e salva vita! E’ realizzabile come un semplice controsoffitto ove depositare i piumoni invernali o qualche accessorio della cucina che si usa di rado. Tuttavia si può anche pensare in grande! Realizzare un soppalco in camera da letto ad esempio può offrire lo spazio per un letto o il proprio piccolo ufficio dove mettere scrivania, computer, stampante e mobiletti del caso. Bisognerà però prestare attenzione alle scale abbinate: non troppo ingombranti, magari removibili, oppure con gradini contenitori.

 

 

 

 

Share.

Leave A Reply