Cosa guardare nel dettaglio quando si compra una casa

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr +

Quando vedi una casa che ti piace, a primo impatto, senti una forte eccitazione: è lei, quella dei tuoi sogni e non puoi lasciartela sfuggire! Attenzione però perché se ci si lascia andare alle emozioni si rischia di perdere di vista aspetti importanti. Quali? Ecco cosa si deve assolutamente guardare nel dettaglio prima di comprare una casa.


Cosa guardare nel dettaglio quando si compra una casa: internamente

  • Osservate le pareti fin negli angoli e sul soffitto. Non devono esserci crepe e neppure muffa. Sono due problemi di diversa natura: il primo può essere sintomo di instabilità della struttura, il secondo di infiltrazioni d’acqua. In ambedue i casi si tratta di cose spiacevoli che possono avere un costo anche oneroso da sostenere per la riparazione.
  • Verificate l’esposizione al sole ed il numero di finestre: la luce e l’aria sono preziosi!
  • Chiedete l’età ed i materiali degli impianti elettrici ed idraulici, potrebbero essere da mettere a norma e rifare.

Cosa guardare nel dettaglio quando si compra una casa: esternamente

Il panorama? Bhè se si ha un bel terrazzo, non guasta, ma non è proprio fondamentale. Piuttosto prima di comprare una casa occorre guardare nel dettaglio in che condizioni è a palazzina in cui si trova l’appartamento. Anche il gioiello appena uscito dalla ristrutturazione con materiali pregiati e a firma di un architetto perde valore se l’immobile in cui si trova è in cattive condizioni: intonaco che cade, tubature esterne rotte, eccetera. Senza contare che ristrutturare le facciate e le parti comuni non è facile, richiede l’accordo dei condomini e spese non di poco conto. Importante è valutare inoltre la presenza e l’accessibilità dei servizi (metropolitana, scuole, eccetera).

Cosa guardare nel dettaglio quando si compra una casa: i documenti

Alcuni documenti sono obbligatori da consegnare al momento dell’atto da un notaio. Taluni però sarebbe utile averli anche prima, come la piantina catastale, per avere un’idea effettiva e corretta delle misure interne e verificare che non ci siano differenze strutturali, ovvero abusi edlizi. Gli altri documenti che dovrai richiedere o che comunque il venditore è tenuto a presentare sono:

  • Visura catastale (oltre la pianta)
  • Certificato di proprietà o provenienza dell’immobile (acquisto, successione, o impresa che vende direttamente)
  • Certificato di agibilità
  • Attestato di prestazione energetica
  • Le ricevute di pagamento del condominio e le ultime delibere

Paura di sbagliare ed omettere qualche controllo? Se ti rivolgi ad un’agenzia immobiliare il professionista che ti segue provvederà a consigliarti al meglio e a fare da tramite con il venditore nel reperire la documentazione che ti serve per poter procedere ad una proposta di acquisto e fino all’atto dal notaio. Sarà quest’ultimo poi, in tua garanzia a verificare la regolarità dell’immobile.

 

Share.

Leave A Reply