Bilocale: quale è il significato preciso di questo termine immobiliare? La sua definizione è spesso ambigua in quanto si tende a fare confusione tra vani catastali, stanze e servizi. Proviamo a fare chiarezza per chi è alla ricerca di un bilocale da affittare, comprare o vendere.

Bilocale: definizione

Nel vocabolario Treccani troviamo la seguente definizione:

Bilocale agg. e s. m. [comp. di bi- e locale]. – Nel linguaggio commerciale indica un’unità immobiliare composta di due vani e servizi.

La confusione però si fa sulle parole “vani” e servizi”, che hanno un significato diverso a seconda che si tratti di dati catastali o di un annuncio immobiliare. Molto spesso, alla ricerca di un bilocale, ci si trova di fronte ad una sola camera e ad un living salotto- cucina, mentre si cercavano 2 camere da letto, oppure una singola stanza per dormire ed una cucina abitabile. Dal punto di vista commerciale potremmo così tradurre la definizione di bilocale:

Unità immobiliare composta di 2 stanze (o locali) più servizi.

Bilocale, significato commerciale

Il punto focale è uno: la cucina in un annuncio economico è considerata come un servizio, mentre dal punto di vista del catasto è un vano. Questo vale anche se si tratta di un locale grande ed abitabile: rimane commercialmente un servizio come il bagno e non può essere considerata nel numero delle stanze.

Di contro, nel calcolo dei vani catastali (necessario alla definizione della rendita dell’immobile e dunque al pagamento dell’IMU) la cucina se è abitabile e separata dal soggiorno è un “vano principale”. Con questo termine si intendono:

Quei locali con utilizzo principale nel contesto dell’unità immobiliare, aventi superficie utile compresa entro i limiti minimo e massimo di ciascuna categoria, e per ciascun comune. In caso di abitazione sono considerati tali: soggiorno, camera da letto, cameretta e cucine, anche se piccole.

Un appartamento con salotto, camera da letto e cucina (catastalmente di 3 vani) è dunque commercialmente un bilocale. Le due definizioni non vanno confuse. In un annuncio immobiliare questa è solitamente la soluzione abitativa che dovreste trovarvi di fronte.

Il dubbio permane quando si ha a che fare con un appartamento caratterizzato da un cucinino in una zona living con salotto più camera da letto. Anche in tal caso si parla di bilocale.

E’ dunque importante chiarire subito con la tua agenzia immobiliare di fiducia di quante camere da letto hai bisogno effettivamente (o disponi se stai cercando di vendere il tuo appartamento), onde evitare di cadere in errore e perdere tempo. Se la cucina è abitabile è certo un valore ed uno spazio in più da porre in evidenza, ma non concorre alla definizione di bilocale o trilocale.