Case ecosostenibili? Oggi acquistare un immobile di questo tipo è molto più facile che nel passato, grazie all’innovazione tecnologica che è diventata sempre più funzionale e low-cost e alle normative che obbligano la costruzione di nuovi edifici quanto più possibile ecosostenibili. Tuttavia, anche i vari bonus ristrutturazioni aiutano nel rendere un immobile datato, moderno, ecologico, ad alto risparmio energetico. Vediamo nel dettaglio come e perché investire in una casa ecosostenibile.

Case ecosostenibili, significato

Quando si parla di case ecosostenibili o ecologiche si fa riferimento ad un immobile a basso impatto ambientale. Ciò si ottiene progettandolo e costruendolo utilizzando materiali e tecnologie che riducono le emissioni di CO2 ed il suo consumo energetico. Una casa ecosostenibile non è dunque solo un a costruzione che si adegua all’ambiente che la circonda o realizzata con materiali naturali, ma molto di più. Un edificio o un appartamento eco ad esempio, grazie a particolari innovazioni tecnologiche incanala l’acqua piovana per innaffiare il giardino o le piante sul terrazzo, impiega materiali di riciclo per la costruzione e/ o l’arredo e ha sistemi di smistamento dei rifiuti, ha pannelli solari che generano energia, condizionatori e caldaie di ultime generazioni, ha infissi che non disperdono il calore ed un “cappotto termico” che ne stabilizza e temperature (come suggerito anche dall’ultimissima normativa che offre un superbonus per la ristrutturazione in tal senso). Il tutto in un design integrato all’ambiente circostante (da qui il termine “design ecosostenibile”). Tutto ciò si rifà alla cosiddetta “bioedilizia” in cui confluiscono pratiche, tecniche, competenze, materiali ed estetica con l’obiettivo di ridurre al massimo l’impatto dell’edificio sull’ambiente e conseguentemente sulla salute umana.

 

Case ecosostenibili, perché sono importanti

Per capire l’importanza di case ecosostenibili basta elencare alcuni numeri.

Secondo i dati dell’Agenzia internazionale sull’energia si stima che gli edifici esistenti suiano responsabili di oltre il 40% del consumo totale di energia primaria nel mondo e del 24% delle emissioni globali di biossido di carbonio. Ciò comporta i cambiamenti climatici e nell’atmosfera  che negli ultimi anni si stanno definendo come sempre più devastanti con effetti anche sulla salute umana. Occorre una repentina inversione di rotta. Senza contare che in un famiglia media in italia, ogni anno si spendono tra i 1500 ed i 2000 euro per le bollette di energia enettrica e per il riscaldamento. Investire in una casa ecsostenibile oggi non è più particolarmente oneroso. Lo Stato offre a tal fine numerosi incentivi fiscali con i vari bonus, che possono arrivare anche ad un rimborso totale della spesa. Lo stesso vale se si acquistano edifici nuovi ecosostenibili. Basta chiedere alla propria agenzia immobiliare di fiducia un immobile ecosostenibile ed il risparmio economico sarà subito visibile.