Arredare una casa è come scegliere il vestito per un’occasione importante, ma in tal caso significa optare per qualcosa da “indossare a lungo”. Lo stile del tuo appartamento racconta molto di te, in fatto di estetica, funzionalità e spazi. I trend d’arredo sono sempre più numerosi e vari, ben pubblicizzati su siti specialistici, riviste di settore e social media, a tal punto da confondere un po’ le idee, soprattutto per chi non le ha molto chiare. Come scegliere lo stile d’arredo perfetto? Ecco alcuni consigli.


Stili di arredamento casa, come scegliere?

Ovviamente la prima parola che deve venirti in mente è “gusto personale”. E’ utile quindi guardarsi in giro, direttamente nei negozi o su riviste di settore e cominciare ad immaginarsi in un ambiente piuttosto che in un altro. Ben presto scoprirai che il tuo stile d’arredo è ben preciso, anche se per la cucina preferisci linee natural e per il resto industrial. Non preoccuparti: questo è “fusion” e la contaminazione puoi farla anche in una medesima stanza! Mettici dentro il tuo carattere e stile di vita: se ami lunghe serate a guardare film scegli un design essenziale e moderno che lasci spazio ad un mega schermo piatto (che stonerebbe con un arredo troppo classico), mentre se la tua passione è la vita all’aria aperta, puoi creare angoli incantevoli nel tuo soggiorno o cucina con un fresco stile Shabby. L’ultimo step è quello che riguarda la funzionalità: una casa deve essere arredata esteticamente bene, ma poi la devi vivere, condividere, usare, devi passarci molte ore dentro e dunque deve essere funzionale. Questo prescinde da ogni stile che si sceglie: deve essere una condicio sine qua non e probabilmente è la parte più difficile in quanto ti richiede a volte un’esperienza che non hai, soprattutto se è la tua prima casa a dover essere arredata, magari quella acquistata o presa in affitto per il matrimonio. Per questo pensa alla tua attuale dimora, a quali cose sono effettivamente utili e comode e quali invece potresti migliorare e lavora su questo. Non pensare allo stile e ai mobili senza esserti ben preso cura degli spazi che hai a disposizione: arredi ridondanti non vanno bene in un monolocale! Soprattutto però pensa ad una eventuale ristrutturazione che ti permetta di inserire nell’ambiente i mobili che più ti piacciono e disposti come meglio credi. Per farlo potesti avere bisogno di abbattere una parete, ma non solo. Alcuni stili di arredo si completano a perfezione con determinate tipologie di pavimento e con parati particolari. Senza contare che se ristrutturi puoi avere diritto anche ad un bonus di detrazione per l’acquisto di mobili ed elettrodomestici! Prendi appunti, fai foto, disegni, parlane con un esperto e poi alla fine agisci. Ne uscirà la casa dei tuoi sogni.

Stili di arredamento casa, quali sono?

Di fronte a quali stili d’arredo casa puoi trovarti? Tantissimi ovviamente e soprattutto realizzabili in modo personalizzato e con varie fasce di prezzo a seconda della qualità prescelta delle materie prime. Tra i trend attuali puoi comunque trovare i seguenti:

  • Il Minimal Style
    E’ perfetto se ami l’ordine e la funzionalità: pochi se non assenti soprammobili, una linea essenziale e funzionale, caratterizzata da superfici lisce e luminose in tutte le tonalità del grigio.
  • Lo stile Urban o Industrial
    Riprende in alcuni aspetti estetici le case degli anni ’50, magari con un frigorifero di ultima generazione ma dalle linee stondate: i materiali e/o i colori sono quelli che ricordano il ferro, il muro di cemento o di mattoni, proprio come in una vecchia area industriale recuperata. Non guasta- anzi è spesso voluta, come parte dello stile, la vista di impianti (ed in particolare tubature) che sovrastano il mobilio, quali parte funzionale e strutturale. Anche in tal caso dominano le tonalità di grigio, ed i luoghi perfetti in cui adeguare questo stile sono tendenzialmente degli open space o comunque camere di una discreta metratura.
  • Il Classico
    Come tale, non passa mai di moda! L’elemento portante è il legno con le sue sfumature di colore e “calore” a cui è facile abbinare oggettistica anche preziosa per dare rilievo all’ambiente. In questa categoria però rientrano veramente tanti tipi di arredo: dai più sofisticati con legno intagliato, ad armadi o cucine laccate.C’è veramente l’imbarazzo della scelta.
  • Lo stile Natural
    E’ particolarmente di tendenza ed è adatto a tutti quelli che scegliendolo vogliono dichiarare il proprio rispetto ed amore per l’ambiente. Da qui l’utilizzo di materie prime grezze come il legno, o di riciclo come il pallet. I colori? Chiari, luminosi come il sole in un prato fiorito.