Quale è la casa più strana al mondo? Non è facile rispondere a tale quesito in quanto architetti e designer di tutti i tempi si sono molto sbizzarriti in tal senso, nel realizzare dimore a ricchi stravaganti o palazzi con altre destinazioni d’uso. Ve ne sono a forma di stivale (in Texas), di cestino per il pic nic (il Basket Building, in Ohio, anche se non è una vera abitazione, ma una fabbrica di cesti), totalmente trasparente (in Giappone) e a testa all’ingiù. Quale la più curiosa? Spetta a te dirlo!

La casa più strana al mondo? La “Haus steht Kopf”, o “Upside down”

Se proprio bisogna stilare una classifica probabilmente questa casa che vedi in foto è la più strana e suggestiva, essendo praticamente capovolta. Si trova nella parte occidentale dell’Austria a Terfens ed è ormai meta di un vero e proprio “pellegrinaggio” di turisti curiosi. Sembra essere stata travolta da un uragano e lasciata così abbandonata, tanta la perfezione dei particolari, anche se gli oggetti si mantengono ben saldi seppur capovolti. La House Steht Kopf  è stata progettata da due architetti austriaci, Irek Glowacki e Marel Rozhanski ed è stata costruita in soli 8 mesi. Si può visitare ed è caratterizzata da ogni oggetto necessario alla quotidianità, dal caminetto acceso al frigorifero pieno di cibo. L’idea è di entrare in un mondo magico, di fare un’esperienza assurda come se ci si trovasse in un parco giochi…Vale la pena un viaggio per vederla da vicino. Occorre sottolineare…..non è l’unica. Un’altra casa capovolta si trova a Taipei, Taiwan e girando per il mondo chssà che non ve ne siano di altre.

La casa trasparente

Una menzione la merita anche la casa trasparente di Tokyo. E’ un edificio di 3 piani per un totale di circa 84 mq. E’ suddivfisa in stanze, ma le pareti divisorie come quelle esterne sono di vetro e dunque la sensazione (voluta) è quella di un open space. L’edificio è stato progettato dall’architetto giapponese Sou Fujimoto su richiesta di alcuni clienti che volevano una dimora da abitare in cui sentirsi liberi di muoversi, come nomadi. Certo la privacy è relegata all’impiego di tende da attivare al bisogno, ma questa casa presenta anche importanti aspetti: è ecosostenibile, lasciando entrare la luce ed il calore del sole (nonostante d’estate sia impossibile non accendere l’aria condizionata). La filosofia è quella di sentirsi una parte del tutto, dell’essere osservato per osservare e capire al meglio. Non sarebbe facile per tutti vivere in un tal contesto, ma va detto che il modellino del progetto è stato esposto anche al MOT di Tokyo. In pratica è un’opera d’arte.

 

A picco sulla scogliera

5 piani letteralmente a picco sull’oceano della costa di Victoria in Australia. E’ La “Cliff House”, un vero e proprio gioiello architettonico ancorato ad una parete rocciosa (sul suo lato verticale e non nella parte superiore). Vi si accede dal piano ultimo e si scende ovviamente con un ascensore. La sua struttura, ideata dagli architetti di Modscape, è tutta in vetro, per una vera “vista mare”, nel senso preciso del termine. L’interno è arredato in modo essenziale: tutto ciò che non è utile o funzionale non serve con un panorama del genere. Basta non soffrire di vertigini. E’ comunque privata.

 

Se stai pensando di comprare una casa però non è necessario andare a cercare particolari stranezze. L’importante è che sia comoda e facilmente arredabile secondo i tuoi gusti. Chiedi alla tua agenzia immobiliare di fiducia e chissà che con qualche tuo tocco particolare non diventi una dimora da visitare in poco tempo.