Cosa sono i mutui bioedilizia? Si tratta di finanziamenti alternativi per l’acquisto o la ristrutturazione di una casa se questa è ecosostenibile o se la si vuole rendere maggiormente efficiente dal punto di vista energetico. Prevedono tassi migliori rispetto al mutuo tradizionale, ma anche le agevolazioni per la prima casa ed i vari superbonus stabiliti dal governo.

Cos’è la bioedilizia

Con questo termine si intende un modo di costruire abitazioni e quartieri in tutela dell’ambiente, diminuendo l’impatto con questo a 360°. Ciò significa impiegare materiali e risorse naturali, rinnovabili, tecniche innovative e soprattutto un controllo delle emissioni dannose prodotte (come quelle per il riscaldamento domestico), ma anche mirate a diverse forme di risparmio energetico (impegando pannelli solari o favorendo il riciclo delle acque piovane per annaffiare giardini, tanto per fare degli esempi). E’ chiaro che per avere il top la bioarchitettura deve partire dalle basi, ovvero da un progetto di costruzione ex -novo, ma si può migliorare anche l’impatto energetico con ristrutturazioni di vecchie case ed anche questo aspetto è soggetto a mutui per la bioedilizia. L’attenzione all’ambiente significa anche prevenire sui danni alla salute ed ormai questa è diventata un’esigenza comune: vivere in una casa ecosostenibile è meglio.

 

Mutui bioedilizia, i requisiti

Ma come ottenere un mutuo di questo tipo che possiamo definire green? L’immobile deve avere determinati requisiti. I seguenti:

  • Solide fondamenta (ovvero un prefabbricato in legno può essere considerato una perfetta abitazione green, ma va impiantato al suolo)
  • Una classe di resistenza al fuoco pari o superiore a R30
  • Una vita nominale di minimo 50 anni.
  • Una classe energetica pari o superiore alla A;
  • Impianti realizzati secondo le normative vigenti in materia di qualificazione energetica
  • Isolamento termico messo a punto con metodiche tipiche della bioedilizia.

Mutui bioedilizia, quali banche

La bioarchitettura e la bioedilizia sono materie relativamente nuove. L’aumento della sensibilità ambientale da parte dei cittadini e del governo ha spinto le banche da qualche anno a questa parte a sostenere l’acquisto di nuove costruzioni e ristrutturazioni per l’efficienza energetica con mutui specifici ed agevolati. Va sottolineato però come non tutti gli istituti di credito si siano aggiornati con delle linee comuni. Ovvero non tutte le banche ancora offrono mutui per la bioedilizia. Se si sta acquistando una casa in costruzione si può chiedere al venditore o all’agenzia immobiliare di riferimento quale sia al momento il mutuo green migliore. In Europa comunque le banche che lo propongono sono numerose e più di una decina anche quelle italiane. Tra queste troviamo:

  • Banco BPM
  • Bper Banca
  • Friulovest Banca
  • Monte dei Paschi
  • UniCredit
  • Volksbank Alto Adige
  • BNL
  • Crédit Agricole-Cariparma
  • Banca delle Marche
  • Banco di Valle Camonica
  • Banco di Brescia
  • Ubi banca

 

In media il mutuo green concesso per l’acquisto non supera i 150.000 euro. In alcuni casi è possibile richiedere anche il 100% del necessario, dipende dall’istituto di credito . Variano a seconda dei casi anche la durata del finanziamento ed i tassi di interesse, oltre che le spese di istruttoria, come accade per un mutuo casa tradizionale. Per richiedere il finanziamento occorre presentare dei documenti, quelli soliti più uno speciale progetto di bioediliza fatto da un architetto o ingegnere accreditato che rappresenti tutti i requisiti necessari. Lo stesso dicasi in caso di ristrutturazione per miglioramento dell’efficienza energetica.